Concorso carriera prefettizia: informazioni aggiuntive

 Il limite di età per la partecipazione al concorso è fissato dal decreto del Ministro dell’Interno 29 luglio 1999, n. 357, regolamento adottato ai sensi del comma 6 dell’articolo 3 della legge 15 maggio 1997, n. 127 ed è di trentacinque anni. Esso è giustificato in considerazione della natura delle funzioni espletate dal personale della carriera prefettizia e delle oggettive necessità dell’Amministrazione dell’interno, soprattutto in materia di tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica e di protezione civile. Sono fatte salve le ipotesi di elevazione del limite d’età prescritte dall’articolo 2 del D.M. n. 357 citato.

Al fine di non aggravare la procedura di selezione in caso di presentazione di un numero consistente di domande, l’ammissione dei candidati alle prove scritte è subordinata allo svolgimento di una prova preselettiva, prevista già dall’articolo 4, comma 2, del d.lgs. n. 139. Esso sancisce anche che il numero di prove scritte del concorso non sia inferiore a quattro. Il D.M. n. 144/2002 ha così previsto cinque scritti: svolgimento di tre elaborati, rispettivamente, in materia di diritto amministrativo e/o diritto costituzionale, diritto civile e storia contemporanea e della pubblica amministrazione italiana; risoluzione di un caso in ambito giuridico-amministrativo o gestionale-organizzativo (al fine di verificare l’attitudine del candidato all’analisi e alla soluzione di problemi inerenti alle funzioni dirigenziali); prova di lingua.

L’art. 4 del d.lgs. n. 139/2000 indica nella laurea specialistica il titolo di studio richiesto per la partecipazione al concorso. L’estensione dei titoli di laurea utili anche a quelli ad indirizzo economico e storico-sociologico è una novità rispetto al previgente ordinamento. Essa è finalizzata a garantire una più ampia platea di candidati, rispetto al tradizionale bacino giuridico.

Tag: carriera prefettiziaconcorsi
Accademia Juris Diritto Per Concorsi s.r.l. Unipersonale - P.I.: 06494910729
Registrato il 20.10.2006, presso il Tribunale di Bari al numero 57 - copyright 2006 - 2018